“ Chiacchierino “

 

 

Frivolitè, tatting, schiffchenarbeit, tatur, frivolitet, sukkulapitsi, tattie, frywolitka, chiacchierino, hanno lo stesso significato nel mondo delle guarnizioni, cioè un merletto realizzato per mezzo di una navetta, sulla quale c’è inserita una spoletta per avvolgere il filo : il merletto viene eseguito da un insieme di nodi semplici avvolti attorno ad un filo.

 

François de Jullienne  e la moglie Marie Élisabeth de Séré de Rieux, 1743

Charles Antoine Coypel

© Metropolitan Museum of art, New York

 

Maria Anna Sofia di Sassonia, 1747

 

Elizabeth Sandby, seconda moglie di Thomas Sandby, autore del disegno, 1756

© Trustees of the British Museum

 
La dama tiene tra la mano destra il chiacchierino e sulle maniche dell’abito ci sono degli engagianti con merletto ad un volant.
 

 

“Anna contessa di Albemarle”, Joshua  Reynolds, 1760

National Gallery Londra

 

tattingdentellefrivolitè

« Madame Dangé », Louis Tocqué-1753

Museo del Louvre

Sposa del generale François-Balthazar Dangé de Fay

 

“Principessa Adelaide”, figlia di Luigi XV

 Jean-Marc Nattier

 

pompadour tatting

Madame de Pompadour

 

 

Carmen Sylva, regina Elisabetta di Romania ( 1842-1916)^

 

Il "chiacchierino" è un'antica arte e dai dipinti soprastanti, possiamo vivamente affermare che il chiacchierino veniva fatto da queste gentildonne, verso la metà del XVIII secolo. Indubbiamente veniva fatto anche nei secoli precedenti, ma non ne abbiamo testimonianze. Nel 1864, dopo un lungo silenzio, il chiacchierino venne riportato in auge da  Eleonore Riego de la Branchardiere, una signora inglese che pubblicò dei libri sull’argomento inserendo nuove tecniche e rinnovando così la foggia del merletto. Eleonore divenne una pioniera nel ramo del merletto e tra il 1846 e 1887 rinnovò la tecnica del chiacchierino, lavoro a maglia e uncinetto. A lei è stato attribuito il nodo Josephina.

 

Modello per una collaretta, datato 1872#

 

Queste erano le idee proposte nel 1898

 

.

Imparaticcio attuale( courtesy Rossella)

 

 

“Raised tatting book” - Eleonore Riego de la Branchardiere, 1868- prezzo un scellino

 

 Nel 1886, Therese de Dillmont pubblicò un’enciclpopedia dedicata ai lavori ad ago e in questa occasione trattò anche l’argomento del chiacchierino. Dopo questo periodo, il chiacchierino si assopì un’altra volta, finchè  Katharine Hoare nel 1910 scrisse “ The art of Tatting” con una introduzione della regina Elisabetta di Romania e nel 1924 Alice Morawska allieva di Therese de Dillmont, scrisse un libro intitolato “ La Frivolitè”. A seguire negli anni, altri 2 testi importanti di Algive Nicholls sono stati scritti ed hanno contribuito alla diffusione e al radicare della tecnica in tutto il mondo. Alcuni testi che sono stati citati si trovano integralmente in rete: (http://www.cs.arizona.edu/patterns/weaving/topic_tatting.html).

 

 

 

 

 

 

 

“Antiche edizioni

di riviste

sul

Chiacchierino “

 

 

 

 

 

 

 

  

 

Libro del 1915

 

 

 

Libro del 1920 “ Filet Cluny, Tatting” costo10 cents

 

 

 

 

Libro del 1917 (Corticelli Lessons in Tatting

 by Eleison Nelle) costo 10 cents

 

 

Libro del 1915: “Old and new designs in tatting and crochet braids”

 by Sophie T. La Croix, costo 25 ents

 

    

 

Un tempo le navette erano in avorio, madreperla, osso di tartaruga, oro e argento con pietre incastonate o laccature colorate e persino con cristalli di rocca. Chissà se queste preziose navette servivano per lavorazione del chiacchierino, di certo si sa che alcune regine e nobildonne le ricevettero in dono, come regali di nozze. Presso il Museo di Cluny, in Francia, si possono vedere alcune navette veramente preziose.

 

 

  

Uncinetto e chiacchierino insieme ]

 

 

  La tecnica è stata arricchita di nuovi punti, come le foglioline a punto spirito che si trovano nel merletto a fuselli, oppure assemblata ad altre tecniche come l’uncinetto o il filet.

 

 

 

 libro chiacchierino

Jan Stawasz, il suo libro  con alcune creazioni

 

collana chiacchierino    clip capelli tatting chiacchierino

 

calottina chiacchierino

 

 

Oggi, in Italia e in tutto il mondo si lavora il merletto a chiacchierino, una piacevole lavorazione alla quale anche molti uomini vi si dedicano come Lello, oppure come il polacco Jan Stawasz  che si costruisce anche le navette, ha scritto un libro su questa tecnica ed ha inventato un suo metodo.

 

 

Navetta americana, misura 3 cm. pubblicata nel Ladies' Home Journal, 1898,

 

navetta chiacchierino

Navette in acciaio

Chiacchierino in lavorazione (courtesy Lello)

 

Da una sequenza di nodi, eseguiti  con perfezione e sincronia di movimenti, nasce una trina leggiadra e delicata, formata da tanti piccoli cerchi che collegati tra loro danno questi risultati.

 

P1090664

 

 

doriana

 

 

 99   doriana chiacchierino

 

Bomboniera realizzata da Rachele

 

Velo da calice con seta e perle inserite durante la lavorazione. ( Descrizione della regina di Romania)^

 

Copriletto realizzato dalla regina di Romania per la nipote^

 

 

Chiacchierino ad ago e all’uncinetto

Chiacchierino nel mondo

 

 

 

 

§ Tratto Godey's Lady's Book and Magazine, Vol. 85 (august 1872)

*Crochet and Tatted Lace, ---. Godey's Lady's Book and Magazine, Vol. 89 (July 1874)

^Godey's Lady's Book and Magazine, Vol. 87 (August 1873)

#Godey's Lady's Book and Magazine, Vol. 85 (august 1872),

°Some Pretty Ideas in Fancy-Work, Haywood and Lucas. Ladies' Home Journal, 1898

Jabots in Tatting, Keyes, Gwen. Modern Priscilla, December 1912

^ Hoare, Katharin L. The Art of Tatting, Longmans, Green and Co., 1910

] Beeton's Book of Needlework credit www.gutenberg.net

http://digilander.libero.it/chiacchierino/

http://www.chiacchierino.it/

http://www.discoverturkey.com/english/kultursanat/el-oya.html

 

 Home page