Lazio

Nel passato per il  Vaticano le merlettaie hanno prodotto merletti bellissimi e di grandi dimensioni. Per la maggior parte erano doni da parte di teste coronate ed erano belli al di là di ogni immaginazione. Essi erano costantemente sul mercato;  venduti alla morte di qualche cardinale da parte degli eredi, essi venivano poi acquistati da nuovi prelati al raggiungimento di un’alta carica religiosa. Avendo  bisogno di un bel assortimento se ne rifornivano in grandi quantità.

Nel 1771, una signora descrivendo la cerimonia del lavaggio dei piedi dal Papa durante la settimana Santa scrisse: “……… uno dei suoi cardinali prese un grembiule bordato di merletto di Mechlin e lo annodò attorno con un nastro bianco alla cintola di Sua Santità. Con questo grembiule che fungeva da protezione si svolse la cerimonia”.

Clemente IX (Giulio Rospigliosi (1600-1669) (Pontificato 1667-1669), abitualmente faceva doni realizzati in merletto italiano, in quel periodo ancora molto apprezzati in Francia. *

Ancora oggi in alcune zone del Lazio si mantiene viva l'arte del merletto a tombolo.

  Cervaro (Frosinone) 

 In tempi recenti, a Foresta, frazione di Cervaro, è nata una associazione ,"Merlettando", che con una grande caparbietà e  ricerca, studia le varie tecniche del merletto, trasmettendo le proprie esperienze a chi desidera condividerle.

  

Incontro di Merlettaie e opere del gruppo “ Merlettando”, 8 giugno 2003

Liana Lanni, fondatrice di questo gruppo, nell'anno 2003 ha invitato tutte le merlettaie, che ne volessero far parte, ad un piacevole meeting all'aperto, per scambiare esperienze ed opinioni sul mondo del merletto.

Il gruppo"Merlettando" si sta adoperando per far diventare questa giornata, un appuntamento annuale e per cercare di coinvolgere un più vasto numero di appassionate provenienti dalle diverse città italiane e straniere.

Alcuni merletti esposti nella mostra 2002:

uvs021229-027.JPG   uvs021229-015.JPG

           

Ventaglio e fuselli, realizzati da Maria con le sue mani

Il 10-11 settembre 2005 si è svolta una mostra accompagnata da un concorso: “Una Croce in Terra Sancti Benedicti”. La mostra si è svolta presso il Palazzo del Comune di Cervaro.

 

Viticuso (Frosinone)

La lavorazione di pizzi e merletti, era la specialità del paese, questo accadeva molti anni fa; a ricordo di questi lavori vengono esposti, ogni anno in occasione delle feste paesane, gli strumenti utilizzati dalle donne del luogo.

 

   Priverno (Latina)

A Priverno, l'arte del tombolo nasce nel 1964 in concomitanza con l'apertura dell'Istituto Statale d'Arte “Antonio Baboto” che istituì la specializzazione di merletto e ricamo.

 La tecnica insegnata all'Istituto d'arte di Priverno è quella abruzzese, più precisamente quella di Isernia.

Aprilia, Cisterna ( Latina)

In questi due paesi ci sono due gruppi che si incontrano distintamente, a volte anche insieme, per apprendere l’arte del merletto a tombolo. Ad Aprilia c’è l’Associazione abruzzesi di Aprilia e a Cisterna il CIF: questi due gruppi sono seguiti dalla stessa insegnante.

Viterbo

L’Associazione “ Fusi con Arte nasce nel Maggio 2010 da un'idea della Dott.ssa Bianchi Alberta per portare anche nella città di Viterbo la conoscenza del merletto a fuselli.

In pochi anni l’Associazione si è fatta conoscere per la fervida attività organizzando mostre ed eventi atti a diffondere l’arte del merletto a fuselli e del ricamo con assidua ricerca verso il nuovo e il bello, con eleganza e raffinatezza.

Bianchi Alberta, presidente dell’Associazione (al centro della foto)

Nel maggio 2010 si è svolta una manifestazione che esponeva nelle piazze medioevali di Viterbo  le novità florovivaistiche e l’Associazione era presente per farsi conoscere. All’esposizione dei merletti era abbinata una collezione di ceramiche Deruta realizzate per l’occasione in un perfetto connubio.

Tarquinia ( Viterbo)

Nasce una nuova realtà sul merletto a tombolo, la scuola ”Intrecci d’Incanto” con sede presso Palazzo dei Priori.

Roma

A Roma si organizzano corsi per la conoscenza e l'approfondimento della lavorazione della trina a tombolo.

La capitale, ha ospitato ( 9 ottobre 2003 - 6 gennaio 2004, Museo Nazionale Palazzo Venezia) la mostra dedicata agli animali nel merletto, intitolata “L’Arca di Filo”. La mostra si snoda in un percorso tra merletti della collezione Caprai, attrezzi del mestiere, libri e tutto ciò che ruota attorno all’arte del merletto.

A Carpineto Romano, la prima domenica di settembre si svolge il Palio della Carriera, è una rievocazione storica dei  fasti di donna Olimpia Aldobrandini (Inizi 1600). I costumi che indossano i figuranti hanno un inestimabile valore, sono realizzati riprendendo fedelmente la foggia dei dipinti dell’epoca: tessuti merletti e rifiniture. In alcuni costumi sono stati applicati dei merletti antichi.

Dal 26 Ottobre al 24 novembre 2004 si è svolta a Roma presso Villa Torlonia la mostra: L'Arte del Merletto in Europa….un fazzoletto per la Sposa

A Casalotti, un quartiere periferico di Roma, si è svolta con appuntamento periodico, la mostra mercato “Una stanza tutta  per sé ”, era presente anche il merletto a tombolo con la signora Elena.

 

Signora Elena con il suo tombolo, 8 dicembre 1999 ^

Nella città di Roma vive e lavora Alessandra, una vera appassionata del merletto a fuselli. Al merletto italiano ha dedicato anche un sito.

Merletto in lavorazione di Alessandra Caputo

Lanuvio (Roma)

Un tempo le donne di Lanuvio si dedicavano all'arte della tessitura e del merletto. Esse, nella scuola pubblica che era retta dalle Suore "Maestre Pie", oltre agli insegnamenti cristiani imparavano le arti manuali. In questo modo potevano più facilmente trovare marito.

A Lanuvio vive Maria di Benedetto, maestra merlettaia e grande collezionista di tomboli per la lavorazione del merletto a fuselli. Maria ha realizzato i merletti dei costumi che sono stati realizzati rispettando fedelmente la tela di Tiberio Titi, presentata a palazzo Venezia durante una mostra.

Ostia Lido( Roma)

Ad Ostia l’Associazione “ La Formica e la Cicala “ si è attivata per portare dei corsi di merletto anche in questa città.

Castel di Tora (Rieti)

Lungo le tortuose viuzze di Castel di Tora (borgo di 320 abitanti ), si possono incontrare le merlettaie che, sedute davanti al portone di casa"ciaulanu", lavorano il merletto. Tutti gli anni, durante la “sagra degli Strigliozzi” in autunno,  c’è una mostra dedicata al merletto.

Orvieto (Rieti)

In questa città, c’è una Associazione “Scuola di Ricamo e Merletto”, che volge il compito di divulgare la tradizione dell’arte del filo : tra cui il merletto a fuselli e il merletto d’Orvieto.

Costume tradizionale

E’ rimasto a noi un esemplare di costume popolare di Nettuno appartenente al XIX secolo, il quale ha un merletto a fuselli dorato che orna il giacchino. Anche in altri costumi popolari si trovano merletti che attraversano orizzontalmente le camicie e le maniche. Il costume nettunese, nel 1931, partecipò a Londra al Festival internazionale dei balli folkloristici, aggiudicandosi il primo premio.

A S. Polo dei Cavalieri, il costume femminile era dotato di una camiciola chiamata “polacca” che terminava con al collo un ricco merletto.

Anche il costume di Marcellina è arricchito sulla camicia da un colletto pieghettato di merletto.

L’artista romano, Bartolomeo Pinelli (1781-1835) fece una raccolta di 50 costumi pittoreschi incisi nell’acquaforte, nel 1809.  

Scuole ed Associazioni

 

·          Associazione "Foresta Club"                                                       

Via Collegrande  03044   Cervaro (Frosinone) 

http://www.forestaclub.it/merlettando.htm 

gruppo.merlettando@forestaclub.it

·          Scuola di Ricamo e Merletto" Onlus"(dal 1995)

 

 Presidente  Maria Vittoria Ovidi

Insegnante  Amalia Mencuccini

 Via Roma, 46       01023 Bolsena (VT)

 Tel.e Fax  076179885

 http://www.bolsenaricama.it

 Il gruppo si incontra tutti i martedì e giovedì dalle ore 15.00 alle ore 17.00

             

·          Associazione " La rete dei Sogni"

  Insegnante Maria di Benedetto

  storica e collezionista di tomboli

  Via Monte Fumaiolo, 21/23        00141(Roma)

  Tel.335-8040141            06-87193141

  http://www.laretedeisogni.it      mlaurabm@laretedeisogni.it

 

·          “Emporio di Alice"

  Insegnante "Maria del Tombolo"

  Via Bellinzona, 25   00198 (Roma)

 cmariott@yahoo.it               

                                                     

·          “Kreativakraft"

  Via Caio Lelio, 16 (Roma

  Tel.06-71072794

 http://www.kreativakraft.it/corsideco.htm        info@kreativakraft.it

 

·          A.M.I (Associazione Italiana Merlettaie)

  Responsabile dei corsi Mariagrazia Oreglia

  Roma

  Per info.   info@decoricamo.it     mariacri.bravi@tiscalinet.it

  http://www.decoricamo.it            http://www.merletteieitaliane.it

 

·          "Associazione"La Bella Galiana"

 Tel.0761-220838

 labellagaliana@libero.it

 http://digilander.libero.it/ACA/indicecorsi.htm

 

·          "Scuola del Merletto di Sezze" 

 Sezze (Latina) 

Musei e Mostre

·          Museo Storico Artistico

Abbazia di Montecassino, Cassino (FR)

Tel. 0776-311529 proprietà ecclesiastica aperto 9.00 - 12.00 e 15.30 - 18.00 (da aprile a ottobre);

 9.00 - 12.00 e 15.30 - 17.00 domenica, chiuso gli altri giorni (da novembre a marzo)

 

Nel Museo è conservata anche una collezione di merletti dal ‘400 all’800, non in visione al pubblico.

 

 

Ringrazio per la collaborazione Liana Lanni, Alessandra Caputo e Maria

Il bordo di inizio pagina è realizzato dal gruppo “ Merlettando”

·          Antiche trine” di Elisa Ricci

·          ^http://www.spartacusquirinus.it/casonline/casalottionline.html