Copricapi e cuffie

 

Frans_Hals

Particolare del dipinto "Catharina Hooft con  la bambinaia", 1619-1620

Frans Hals, Gemäldegalerie, Berlin

 

La cuffia ha una lunga storia ma in questa sezione tratteremo soltanto la cuffia ornata di merletto. Come possiamo vedere dalle immagini successive, con la moda del merletto tutto ciò che faceva parte dell’abbigliamento ne portava le impronte a seconda della possibilità  e dal ceto sociale di appartenenza. La cuffia oltre ad essere un ornamento del viso serviva a preservare i capelli dallo sporco, ce n’erano da giorno, da pomeriggio, da notte, da ballo, da teatro. Nel corso dei secoli ha assunto forme e caratteristiche diverse a seconda delle mode, degli usi e delle tradizioni dei vari luoghi  e ancora oggi fa parte di svariati costumi folkloristici europei e di molti altri paesi del mondo. Francesco Griselini nel suoDizionario delle arti e de mestieri” (1773) si sofferma nell’arte della scuffiaia”, così all’epoca veniva chiamata la modista, spiegando l’esecuzione nel fare le cuffie.

 

Fille à la Cassette”, Brenda Burke

Quattro ragazze bretoni che indossano vari tipi di cuffie portate ancora oggi con il costume tradizionale.

 

Cuffia bretone, Brenda Burke

 

Giovane donna bretone,

Vasselon Jeanne

 

 

 

Cuffia alsaziana “grand soleildella comunità di  Meistratzheim, Francia

 

 

Cuffia e costume tradizionale della Bassa Normandia di una giovane sposa.

 

 

Cuffia bretonebigouden”, Isabel Mahe

 

 

 

Fondo di cuffia, merletto a fuselli fiammingo di Bruxelles, primi del XVIII secolo.

Appartenuta alla regina Charlotte, consorte di Georgio III d’Inghilterra.

Dono di Hamilton W. Cary, in memoria di  Mrs. Cary, 1906

© Metropolitan Museum, New York

 

Particolare del fondo della cuffia 

 

Cuffia metà del XVIII secolo

 

 

Scena in CucinaPeter Wtewael, Olanda 1620

Dono di Rogers Fund, 1906

© Metropolitan Museum, New York

 

 

Frans Hals, Ritratto di Aletta Hanemans (1606-1653)

© L’Aia, Gabinetto reale di pitture Mauritshuis

 

 

 

 

Ritratto di bambina attribuito a Cornelis de Vos

 

Cornelis de Vos

 

Particolare del ritratto di Augusta duchessa di  Brunswick-Wolfenbüttel, terzo quarto del XVIII secolo, Johann Georg Ziesenis Museo Herzog Anton Ulrich -  Braunschweig, Germania

 

 

 

 

Berretto da notte maschile di provenienza Britannica in lino ricamato a punto asola e intrecci con seta e filo metallico, lo circonda una piccolo puntina di merletto a fuselli in filo dorato,1600-1620. Rose, cardi, rosa mosqueta, uccelli, bruchi, farfalle, abilmente ricamati, decorano il berretto. Nonostante il suo appellativo poteva essere indossato nelle ore diurne con un abbigliamento informale. Donato al MET nel 1964 da Irwin Untermyer.

© Metropolitan Museum, New York

 

 

 

 

 

Berretto da notte di lino di provenienza Britannica, ricamato con seta e filo metallico e bordato da una dentellatura a fuselli, risalente dalla fine del XVI secolo, inizi XVII. Osservando bene il particolare ingrandito del merletto, si puonotare la lamina d’oro che avvolge il filo di seta. Donato al MET da Rogers Fund nel 1926.

 

© Metropolitan Museum, New York

 

 

Acconciatura con Cuffia alla Fontages

 

Maria II regina d’Inghilterra con una acconciatura con la cuffia “à la Fontages”, rappresentatata in modo ragguardevole da Jan van der Vaart

 

Luisa Maria Teresa Stuart, Nicolas de Largillière

National portrait Gallery, Londra

 

 

         

 

   

 

 

Cuffie con lunghe barbole laterali proposte dalla rivista spagnola “El correo de la moda”, 1865

 

 

 

Cuffie per bembine apparse sulla rivista “Florence home needle-work”, 1896

pouientes

Cuffia del costume tradizionale delle Valli Occitane piemontesi

Durante l’estate in occasione delle feste patronali, si possono vedere donne, uomini e bambini in costumi tradizionali. L’abito in Alta Valle è nero con tre grandi pieghe sciolte sul dorso. E’ arricchito da uno scialle dai colori vivaci e in testa si porta una preziosa cuffia dalla tesa molto ampia e realizzata in merletto a fuselli, per portare a compimento questo capolavoro occorrono centinaia di fuselli.

Cuffia realizzata da Ombretta Audisio Collino in sei mesi ininterrotti di lavoro

 

 

look 

Cuffie olandesi

 

Cuffia di Zeeland (Olanda)

 

Cuffieta per neonato eseguita ad ago con la tecnica del merletto rinascimento, Brasile

 

Cuffia a punto tagliato e punto riccio, collezione Aruch, Perugia 1908

 

 

 

 

Si ringrazia vivamente il Metropolitan Museum of art per aver scansionato le immagini ad alta definizione da poter permettere l’esame accurato delle guarnizioni e finiture dei costumi dell’epoca.

 

Home page