Gorgiere o collari

 

Nell’età Elisabettiana, tra il 1.500 e il 1.600 i collari rigidi o gorgiere erano di grande moda, venivano portati sia da uomini che da donne. Durante il periodo di Enrico IV era un piccolo collo arricciato, poi si allargò e venne aggiunto un bordo di merletto, in seguito si realizzò interamente di merletto. Nel 1560 era già un importante accessorio corredato di stringhe che si allacciava sopra gli abiti, era sollevato da fili metallici che venivano nascosti all’interno dell’arricciatura. Per sostenere la pesantezza il collare veniva anche inamidato e qualche volta insieme all’amido e al miele si metteva del colore per tingerlo. Nel 1600 era già realizzato interamente di merletto ad ago o a fuselli. Verso il 1650, con la moda della parrucca a capelli lunghi, i collari dovettero abbassarsi verso le spalle e vennero sostituiti dai grandi colli flosci.

Nel vocabolario veneziano* si legge sotto il termine ”golèta”: gorgiera, coliaresso, o di merletti o di fettucce increspate quasi a foggia di lattuga; ne portano pure le donne di pietre preziose.

 

 

Carlo XI di Francia (1550 – 1574)

 

 

 

Geoge Villiers,

primo Duca di Buckingham (1592-1628)

Daniel Mytens

 

Anna d’Austria, 1635  Van Dyck

 

 

 

Marie_de_Medicis   

Maria de Medici

 

 

 

Alessandro Farnese duca di Parma e Piacenza

Otto van Veen (1556-1629)

 

Margarita

Margherita Gonzaga, Franz Pourbus il Giovane

Metropolitan Museum of Art

 

 

Caterina di Borbone, Museo Nazionale del Castello di Pau - Francia

 

cater 

Caterina di Borbone, sorella di Enrico IV di Francia 1600

 

 

 

“Nozze per procura di Maria de’ Medici con Enrico IV re di Francia, rappresentato da Ferdinando I”,

 Jacopo di Chimenti da Empoli ,1600

Galleria degli Uffizi - Firenze

 

  

In questi ritratti possiamo notare che i collari iniziano ad abbassarsi e ad avere già la struttura di un collo aperto davanti

 

 

*Vocabolario veneziano e padovano co' termini: e modi corrispondenti toscani‎, Gasparo Patriarchi

 

 

Torna Cravatta

 

Torna Merletto e ….

 

Home page