b

 

Imparare l'arte del merletto tra gli scaffali della biblioteca Terraglio.

fubinche

Il giorno 19 gennaio 2011 presso la Biblioteca municipale del Terraglio a Mestre si è svolto il primo di una serie di incontri per ragazzi e ragazze dai 9 ai 13 anni, finalizzati alla conoscenza e all’apprendimento nell’arte del merletto a fuselli.

In questo primo appuntamento Alessandro, Caterina, Elena, Elisabetta, Eva e Victor sono stati molto attenti al racconto della storia secolare attraverso l’iconografia e la visione di merletti storici. L’interesse posto sulle delicate trine e sui fuselli provenienti da varie parti del mondo hanno coronato la curiosità dimostrata sin dall’inizio dell’incontro.

 In seguito abbiamo costruito il tombolo con un cuscino o un vecchio guanciale e come fuselli abbiamo usato le matite colorate. Come primo passo i ragazzi hanno appreso i movimenti base di questa tecnica che sono il giro e l’incrocio. Con molta facilità hanno eseguito la treccina e successivamente il punto tela. Sono fiera di loro perché sono curiosi e pongono interesse su ogni movimento che facciamo fare ai fili, apprendono con facilità e la voglia di imparare è tanta.        

Sono convinta che donare ai nostri giovani la conoscenza di tecniche artigianali accumulate e affinate nei secoli, sia l’opportunità di sperimentare le proprie capacità manuali. Muovere le mani non è solo “usare” le mani ma metterci cuore, intelletto, fantasia e tutto ciò che la natura ci ha donato di buono.

                         

 

 

 

Al posto dei fuselli abbiamo usato matite colorate. 

 

 

 

 

 

 

 

Dopo aver appreso bene il punto tela abbiamo iniziato il progetto che ci eravamo posti come traguardo finale: il segnalibro. L’esecuzione del lavoro si è svolta con precisione e scioltezza considerando che si lavora con 6 paia di matite. I ragazzi si sono gestiti bene tutti i movimenti senza litigare con i fili, non hanno mai fatto un nodo e il desiderio di iniziare subito un altro lavoro è a grande richiesta!

 

Questi sono i segnalibri eseguiti da:

       

e questi i braccialetti:

 

 

Come tappa successiva proseguiamo nell’imparare il bordino o piede a spillo esterno aggiungendo le curve e tre tipi di allacciature, non sarà facile ma ce la faremo! Ora si lavora con professionalità e i fuselli hanno preso il posto delle matite.

 

elisa 

 

 

Campione di Elena

Dopo aver preso padronanza delle curve e del bordino esterno affrontiamo un altro lavoro a scelta con la tecnica a tre paia.

Con sole tre paia riusciamo a realizzare grandi cose!

 

Uovo pasquale in lavorazione, disegno di Annelies Kirst^

Realizzazione di Alessandro

 

 

Iniziale di Eva su disegno di Claudine Beuvain

 

 

 

 

I segnalibri sono stati esibiti alla mostra d’arte “ Favaro in fiore” che si è svolta il 25 aprile 2011 e aveva come filo conduttore  l’unità d’Italia.

Per l’occasione è stata creato un pannello dal titolo “Il futuro del fusello sul “filo” della Storia”, un insieme di merletti storici  e contemporanei che fanno da cornice e protezione ai nuovi lavori appena nati.

Con questa composizione, accompagnata da una mia poesia, ho voluto unire storia, arte, tradizione e le energie che ancora sostengono il merletto che sono le nuove generazioni.

Unità d'Italia, non solo come fatto storico ma come desiderio di stare insieme e condividere una storia."

 

 

 

 

 

Il futuro del fusello sul “filo” della Storia

 

Avvolgiamo i fuselli

come fossero destini

giriamo, incrociamo

tessendo una sequenza,

costruendo un passato,

aspettando in silenzio

che la storia insegni e

ci regali sempre pace e unità.

Nei libri di storia poniamo un fermo

nelle pagine incise di memoria.

                                              (Fiore)

 

 

………e il filo della storia continua.

Il giorno martedì 17 gennaio 2012 è iniziato il primo dei dieci incontri gratuiti per i ragazzi principianti.

Cristina, Lisa, Sofia, dopo una breve divagazione storica hanno appreso i movimenti base del punto tela e l’appuntamento successivo come piccolo campione hanno realizzato il braccialetto.

 

 

 

Primo campione in punto tela realizzato da Cristina

 

Ora aggiungiamo altri fuselli ed eseguiamo il segnalibro

  

 

 

cri1

cristina

Con la tecnica a tre paia a spillo interno, abbiamo affrontato il disegno di un semplice cuore e poi…………

 

lisa1

 

……per il periodo pasquale ci siamo fatte una bella scorpacciata di uova di filo, tutte sui disegni di Anneliese Kirst!

lisapasqua

 

 

 

Il 25 aprile 2012 si è svolta la XII edizione di “Arte a Favaro” dal tema: “Acqua un bene prezioso”.

Abbiamo presentato questo pannello con tante gocce realizzate a merletto che rappresentano la generosità, la freschezza, la leggiadria, la trasparenza, l’eleganza……………..tante gocce in un grande mare.

 

aprile3

 

E’ notte.

 

La calma impera rigorosa

tra la piana lacustre,

l’evanescenza della luna

traspare sotto le acque.

 

All’istante,

piccole perle di trina

trafiggono il velo teso,

la geometria dei cerchi

disegna magici frattali.

 

Tutto è prezioso.

La natura generosa

offre il suo spettacolo

solo agli attenti spettatori.

                                                (Fiore)

 

 

Ringraziamenti

Si ringrazia Sonia e Ruggero per l’entusiasmo, l’accoglienza e la pronta attenzione nel poter far conoscere un’arte che fa parte di un ricco bagaglio culturale sviluppatosi nell’area veneziana in cinque secoli di storia.

Inoltre si ringrazia per l’ospitalità il Sistema Bibliotecario Urbano e la Municipalità di Mestre.

^tratto da GEKLÖPPELTE OSTEREIER - Barbara Fay editore

 

I testi e le foto sono dell’autrice del sito

E’ vietata qualsiasi forma di riproduzione, anche parziale, di questa e di tutte le pagine del sito.

 

  Home page