“Per filo e per segno”

 

 

Dal 14 al 22 settembre presso Villa XXV Aprile a Mirano l’Associazione ARCAM ha organizzato la mostra collettiva di merletti, ricami, disegni, acquerelli, ceramica, scultura. Come in ogni appuntamento l’Associazione ha messo in risalto il grande lavoro fatto con i bambini nel coinvolgerli verso la manualità in modo fantasioso e con risultati eccellenti. La villa accoglieva appieno i manufatti della mostra, esibiti in modo impeccabile, sembrava di vedere le dame di un tempo passato che ricamavano alla finestra tra lini e profumo di tè e lavanda, profumo di cera…bastava socchiudere gli occhi e andare indietro nel tempo, un sogno. Ovunque lo sguardo si appoggiasse c’era sempre un particolare, un colore, un dettaglio interessante che incuriosiva, dalle parure-gioiello di merletto a fuselli ai ventagli in classico merletto ad ago di Burano fino ai moderni disegni riportati sui cuscini, ai classici punto-ombra e sfilati.

Le seguenti foto parlano da sole:

 

 

 

  

L’angolo di gioielli realizzati a fuselli da Antonella Panozzo

 

 

 

Cuscino portafedi, realizzazione Antonella P.

Paralume in lavorazione ad opera di Marisa

 

Lampada finita

Completo da Battesimo, realizzazione di Angela

Particolare dello sprone in merletto a fuselli, tecnica a nastrino e Fiandra a tre paia

 

Cuscino portafedi, merletto a fuselli con tecnica a torchon

 

  

Natività e top in fase di finitura ad opera di Angela su disegno di Giuliana Sinigaglia

 

Ventagli di Giuliana Sinigaglia, insegnante di merletto

 

Merletto ad ago, Giuliana Sinigaglia

Ventaglio di foggia moderna,

 il filo con i nodi ha creato delle linee che a loro volta si intrecciano le une con le altre.

 

Realizzazione di Patrizia su disegno di Cipriano Civran Bortolato 

Nodo d’amore in lavorazione sul cuscino, merletto ad ago di Burano

Realizzazione di Elda

 

 

Tende preziose che sfoggiano la loro bellezza da un perfetto palcoscenico

 

20140919_155910

 

  20140919_155936

 

 

 

Corso di scultura: due volti in atteggiamento quasi estasiato da ciò che li circonda

 

Tessitura nodo Gabbeh

 

Locandina della mostra

Ringraziamenti

Si ringrazia Maria Grazia Brusegan, presidente dell’Associazione ARCAM, per aver permesso la pubblicazione delle foto, inoltre si ringrazia Fausta Santoni insegnante di ricamo e curatrice della mostra e Antonella Panozzo per avermi condotta nel percorso della mostra con dettagli e spiegazioni sulle tecniche dei manufatti. Un plauso alle esecutrici delle opere esposte.

 

Precedente mostra

 

Ritorna Veneto

 

index