"Costume di Gallo Matese"

Gruppo Folkloristico in costume tradizionale

Il costume composto dalla "cammisia", una camicia bianca con il  collo di merletto fatto col tombolo e le maniche larghe, strette al polso da un ricamo "nquadrato" e da nastri di colore bianco rosa e celeste.
   La "unnella" un vestito di panno pesante, di colore marrone, che, a partire da sotto il ginocchio, scende con pieghe larghe; le maniche sono rivoltate sopra il gomito e formano una tasca con una fascia rossa.

Sopra la "unnella" si portano le "cente", fasce di lana nera che si sovrappongono nel numero che si vuole e sono ornate da palline di lana pressata, una orlata da frange e questa viene tolta dopo quindici giorni dal matrimonio.
    Al di sotto delle "cente", sulla parte posteriore della gonna si porta la "c'miosa", un panno nero di forma quadrata.
    Sulla parte anteriore della gonna si porta invece "r's'nial", una specie di grembiule di lana bianca, con pieghe cucite, rifinito da una cintura la "tacca", rossa, con decorazioni in oro.

In testa si porta "r't'ccat' ", una cuffia bianca rifinita con un merletto lavorato a tombolo, la "luminazione"; al di sopra si mette la "mappa", una stoffa leggera simile a garza, rettangolare, di colore giallo, che si piega due volte sulla testa, viene trattenuta in vita dalle "cente", scende fino alla "c'miosa" e finisce con ricami a punto a giorno e frange.
    Una parte importante del costume poi costituita dagli ornamenti in oro: "r' c'rciegl' ", orecchini molto grandi, e "fuorfc i curtiegl' ", cio forbici e coltello, regalati alla donna dal fidanzato.

 

 

Ringrazio per la collaborazione il sito

  http://www.gallomatese.com

 

Torna Campania