Ordine Reale del Golden Fleece (Toson d’oro)

 

   

 

 

Il Toson d'Oro è la massima onorificenza cattolica europea, assegnata in passato dall'Imperatore e dal re di Spagna, riservato unicamente ai monarchi; spetta inoltre e di diritto, al Gran Maestro dell'Ordine di Malta. 
Le vicende storiche dell'Ordine del Toson d'Oro risalgono al 10 gennaio 1429 quando Filippo il Buono Duca di Borgogna, in occasione delle sue nozze con la Principessa Isabella di Portogallo, volle ricordare questo avvenimento; il primo statuto reca la data del 27 Novembre 1430.

 

Carlo V, figlio di Filippo il buono,

Jacob Seisenegger, 1532 (Kunsthistorisches Museum,Vienna )

 

Carlo V, Bernart van Orley

Museo del Louvre, Parigi

 

Era destinato in origine a riunire trentuno cavalieri di rango ( all’origine erano 21) con virtù eccezionali come gli Argonauti, mitici cercatori del Vello d'Oro, alla cui leggenda s'ispirava. Dovevano formare una compagnia molto affiatata basata sulla fratellanza, dovevano sostenere il “grande maestro”, esaltare l’onore della cavalleria e proteggere la religione cristiana. Ognuno di loro doveva portare un collare con appeso il Toson in oro.


Non c'è da stupirsi che un sovrano cristiano si sia ispirato a un mito pagano per la costituzione di un ordine destinato a primeggiare nello scenario araldico europeo, poiché nel suo valore simbolico la vicenda del Vello o Tosone d'Oro (la pelle dell'ariete sacro a Giove ricercata da Giasone per preservarsi dalle potenze infernali e ritrovare il regno perduto) si avvicina moltissimo a quella del Graal ( calice).

  

Giasone con il vello

 

 

Il Toson conquistato grazie all’aiuto di  Medea ( mitologia greca)

Esiste una straordinaria analogia tra il Vello della tradizione mitologica pagana e il santo Graal di quella cristiana. La sacralità di entrambi ha origine divina: la pelle proviene dall'animale alato di Zeus, il calice dal tavolo dell'ultima cena. La sua insegna è una pelle di montone d'oro, il Tosone o Vello d'Oro, pendente da una catena anch'essa d'oro, adornata con delle B che indicano la casa fondatrice di Borgogna, irradianti scintille.

 

L’ordine del Toson d’Oro è legato alla corona ed è divenuto ereditario con essa, la sua storia è legata alle massime sovranità d'Europa, fino ad essere condiviso, in seguito alla "Pace di Vienna" del 1725, dagli Asburgo dell'impero austriaco e i Borboni di Spagna. L’attuale re di Spagna Juan Carlos I, quando veste in alta uniforme porta il collare del Toson d‘oro.

Anche Napoleone venne insignito di questa onorificenza  e tra gli effetti personali, nel suo testamento, comparve il collare del Toson d’Oro che lasciò al fratello ed il” merletto dell’Imperatore “che lasciò alla sorella. (dal testamento stilato nell’isola di S. Elena 15 aprile 1821).

Nella cattedrale Sint Salvadors, la prima chiesa gotica in laterizio costruita in Belgio (XIII-XV secolo), si può vedere un maestoso coro con stalli che riportano gli stemmi dei cavalieri del Toson d'Oro.

 

 

 

Franz Xaver Winterhalter, “Alberto, Duca di Sassonia “1842

 

Monumento di Ranuccio Farnese con la collana dell’ordine del Toson d’oro

 

 

Il re di Spagna Juan Carlos, quando veste in uniforme, indossa sempre il simbolo del toson d’oro

 

Anche il principe Felipe, il giorno del suo matrimonio indossava il simbolo del toson d’oro

 

Torna scuola

Home page