La tessitura artistica in Val Pusteria

Articolo tratto dall’opuscolo:” Pusteria estate “

 

L’arte della tessitura è assai antica anche in Val Pusteria ed erano gli stessi contadini che coltivavano il lino e allevavano le pecore a produrre in gran parte i loro vestiti, tessendo la lana ed il lino; molti di loro andavano di maso in maso a offrire il loro lavoro. Le belle tovaglie che oggi troviamo nei vari negozi traggono origini dalla fantasia lavoro e ricerca di alcune persone che agli inizi del ‘900 si trasferirono nella Valle, dalla regione tedesca dei Sudeti, oggi nella Repubblica Ceca.

I loro nomi sono quelli di Georg Kaneider, Josef Franz e Franz Ulbrich. Le precarie condizioni economiche di quella regione sul finire dell’800 li spinsero a cercare in Val Punteria, un futuro migliore.

Franz Ulbrich iniziò la sua produzione nel 1912, dopo la morte del maestro Georg Kaneider che posssedeva una piccola tessitura nella frazione brunicense di Stegola. Josef Franz invece rilevò nello stesso periodo la tessitura di Kaneider. Ebbero così inizio due aziende che continuano a perpetuare un’arte, quella della tessitura artistica che si è conquistata negli anni, con fatiche e sacrifici, una buona posizione di mercato.

Agli inizi del secolo i tessitori occupati in queste officine artigianali erano molti, oggi l’automazione ha ridotto di molto il loro numero. Le due tessiture si imposero verso il 1930 e si deve alla creatività dei due artigiani, se ancora oggi si possono godere sui tessuti delle loro tovaglie numerosi disegni, dal floreale al geometrico, dal classico bianco ai più svariati colori.

 

Torna Trentino

 

Home page