Sry-Lanka

 

Donne del Ceylon di ieri, dedite alla lavorazione del tombolo (courtesy Palinda De Silva)

Lo stato dello Sry Lanka o Ceylon è un'isola a Sud dell'India. Questo paese è indipendente dal 1948,  ma era stato invaso dai portoghesi (1587), olandesi (1640) e poi inglesi. Il merletto sembra essere stato introdotto dai portoghesi.

Molti anni fa, il merletto in Sry-Lanka era una attività domestica e veniva sfruttata per facili guadagni, come fosse una attività qualsiasi  senza conoscerne la storia e le origini.

Questa attività avveniva lungo la costa del Sud, specialmente a: Habaraduwa, Dodanduwa, Ambalangoda, Balapitya, Galle. Qualche scrittore locale riferisce che questa è una attività indigena.

Ricamatrici nel 1880 ( courtesy Palinda De Silva)

Indigeni del Sry Lanka intenti nella tessitura ( courtesy Palinda De Silva )

Renda è il nome comune che si dava al merletto, ma è una parola di origine portoghese e con il tempo è cambiata. Infatti oggi :i fuselli si chiamano "bilru"(pronuncia beeralu), il tombolo si chiama "beeralu kotte", il disegno da seguire per la realizzazione del manufatto si chiama"beeralu mostara". Mostara in portoghese significa, disegno.

Weligama, paese di mare e con una bellissima spiaggia, è famosa per le sue merlettaie e i suoi pescatori.

Pasgama è un villaggio a pochi chilometrei da Weligama, che conserva il modo di vivere e le strutture delle case, come nel 1940. Quando uno straniero arriva qui, viene trattato come un ospite. In questo villaggio ci si dedica a molte forme di artigianato e tra queste c'è anche l'arte del merletto a fuselli. Le signore realizzano i loro merletti tipici dei villaggi del Sud del paese.

A Galle( a 115 Km. dalla capitale Colombo), città famosa per il turismo e per le sue merlettaie, si possono acquistare dei merletti realizzati a fuselli. E' una città che era stata conquistata nel passato dai portoghesi, olandesi .

Oggi, questa attività così radicata tra questa gente ha bisogno di aiuto perchè a causa della negligenza delle istituzioni locali, potrebbe scomparire. 

          

Giovani di oggi che lavorano con il tombolo ( courtesy Eric ed Huguette)

C'è una persona che lancia questo allarme, il Dott. M.H.Goonatilleka, professore all'Università delle Belle Arti di Kelanya, studioso della storia dello Sri- Lanka e del Portogallo. Ebbene, lui si chiede come mai nel suo paese, che pur avendo un Centro di Sviluppo Nazionale ed un Consiglio Cittadino dei Mestieri, non si riesca ad unire le forze per promuovere questa attività. Ci sarebbe già una sala espositiva, le merlettaie sono già state contattate e sono disponibili, lui si chiede, come mai tutto ciò' è fermo?

Merlettaia del Ceylon ( courtesy Willi and Marg)

Portare avanti questa attività, insegnando anche ai giovani, potrebbe essere una fonte di guadagno per l'isola e facendo questa riflessione, si rivolge al Ministero delle Industrie del suo paese.

Una esplosione di colore nei mercati del Ceylon ( courtesy Willi e Marg )

Per concessione di Palinda de Silva possiamo vedere una rassegna di foto del passato di donne dello Sry- Lanka, dove possiamo notare  l’abbigliamento curato e arricchito di ricami e merletti.  Queste foto risalgono alla fine dell’800.

      

camicetta arricchita di un intarsio di merletto sulla schiena

  

  

 

Un bel dipinto che ci mostra le donne del Cylon con abiti ornati di merletto

Curiosità

·         Questo paese ha dedicato un francobollo al merletto locale.

·         L'ebano dello Sry Lanka viene adoperato per creare i fuselli da collezione in tutto il mondo.

 

Ringraziamenti

Ringrazio vivamente per la collaborazione: Eric, Huguette, Palinda de Silva, Willi e Marg

 ed i siti

http://www.nzkiwiana.com/index.htm

www.imagesofceylon.com

http://home.planetinternet.be/~evdleene/sril/sril_day06.htm

http://www.walkabout.it/

 

Torna mondo

Home page