"Merletto russo”

 

merlettaia russia

Vasilii Andreevich Tropinin “La Merlettaia”, 1823

The State Tretyakov Gallery Mosca, Russia

 

192  188  190 

  

Merletti russi

   010

Classico disegno russo

La parola merletto, compare in Russia a partire dal XIII secolo, essa infatti si trova in un libro storico il quale riporta che nel 1252 il principe Daniil Galitsky, in un incontro con il re di Ungheria, indossava vestiti ornati di merletto. Fin dal tredicesimo secolo è appurato comunque che già esisteva in Russia qualcosa assomigliante al merletto, vale a dire trecce o galloni d'argento e d'oro che ornavano i vestiti insieme a perle e pietre preziose. Di certo è, che fra il XV e XVI secolo esistevano camicie ornate di merletti d'oro e di seta.

Frammento di merletto a reticello del XVII *

 Solo dopo il diciassettesimo secolo vediamo il grande cambiamento. Il merletto importato dall'Europa occidentale venne imitato e realizzato a fuselli con seta e altre fibre tessili. Le donne che vivevano nelle campagne usarono la loro fantasia, insieme ai motivi ed ai colori vivaci, creando un merletto folcloristico. Sotto la reggenza di Caterina la Grande si seguiva molto la moda francese, opulenta e ricca di merletti raffinati. Nel 1892, Sophia Davidova scrisse un libro sulla storia del merletto russo e sulla vita delle merlettaie russe raccogliendo lei stessa memorie e testimonianze. Le Poste russe hanno emesso dei francobolli postali in onore al merletto russo.

matrioska

Matriyoska dipinte con ornamenti di merletto

Caratteristiche del merletto russo

Molto originali sono i motivi di fondo, formati da intrecci geometrici di grande impatto visivo. Il motivo ricorrente nel disegno è il fiore, a volte di grande dimensione;spesso all'interno del punto tela viene inserito del filo più grosso che crea un rilievo, un motivo molto piacevole che colpisce l'occhio e lo invita a seguire le curve sinuose del disegno. In Russia vengono creati dei merletti di grandi dimensioni, per questo si usano anche dei cuscini con dimensioni superiori alla media.

 krougevo (merletto)

krougevopletenie na kokluchkah (merletto a tombolo)

 kokluchka (fuselli)

 

Vologda “La perla della Russia del Nord”

Nella regione di Vologda, nella metà del XVI secolo, c'erano centinaia di merlettaie che si dedicavano professionalmente a questa lavorazione.
Nel 1883 fu fondata una scuola del merletto a San Pietroburgo ed un'altra nel 1917 "la scuola di Kalinin" a Mosca. L'8 marzo del 1928 a Volodga si istituì una scuola professionale del merletto, nata per preservare e sviluppare il famoso merletto. Nel corso degli anni ha acquisito una notevole esperienza fino a diventare ai giorni nostri, un moderno istituto che forma maestri ed artisti. In quel periodo si stabilì anche l'unione del merletto di Vologda, con l'organizzazione manifatturiera "Snezinka"( Fiocco di neve). Il merletto di questa regione è caratteristico per il disegno artistico ed elaborato,  l'esecuzione perfetta e le grandi dimensioni. Molti disegnatori progettisti di merletti hanno ricevuto l'onoreficenza di " artista onorario di Russia"o sono stati vincitori del premio "Repin State Prize".

La fettuccia che gira e forma i motivi si chiama "polotnyanka"

 E' stato scritto anche un brano musicale intitolato"Vologda lace"e sono stati emessi dei francobolli per onorare il merletto di questa regione.

volodga

Nel 2001 è uscito un libro sul merletto di Vologda (150 pagine, 140 illustrazioni)

A Vologda c'è anche un museo del merletto dove sono esposte delle vere meraviglie prodotte dalle mani delle abili merlettaie.

Cooperativa"Snezinka"(Vologda)

Questa organizzazione conta oggi 6000 aderenti che operano nell'artigianato tra cui il merletto a fuselli. Il merletto di Vologda è contrassegnato da "Snezinka" che ne garantisce l'autenticità. Le giovani merlettaie vengono istruite alla perfezione, creando merletti di una finezza molto particolare, nella foggia del disegno e nei punti. Snezinka, vinse nel 1870 un ambito premio a San Pietroburgo e ha partecipato a vari concorsi internazionali: Parigi (1937), Bruxelles(1958), Chicago, New York, Montreal, Leipzig, Delhi, Helsinki e l'azienda si è aggiudicata molto spesso medaglie d'oro, d'argento e di bronzo, diplomi e certificati onorari. Oggi vengono realizzati capi di abbigliamento anche di grandi dimensioni: colli, scialli, soprabiti, sciarpe,  giacche, pannelli. Alla mostra parigina “ Maison & Objet 2006”, Albina Nazimova ha ricevuto un alto riconoscimento per aver presentato i suoi preziosi merletti bianchi di scuola russa su arredi moderni di colore nero. Una presentazione di alto impatto visivo.

 

 

http://snejinka2.chat.ru/history-eng.htm

snejinka@vologda.ru


 Cherepovets

A Cherepovets, città della regione di Vologda dal 1895 c'è un museo che attualmente sta portando avanti un progetto di conservazione delle arti e folklore della regione, rivolto ai bambini. Oltre alla pittura, danza, proverbi, storia, bambole e costumi, si insegna anche la lavorazione del merletto. Alla fine del progetto tutti i lavori verranno esposti nel museo.


Petrozavodsk

 

irina4 

irina6

Opere di Irina Vlassova

Questa città si trova sulle rive del lago Onego, vicino San Pietroburgo; qui c'è un centro di insegnamento volto alle arti e tradizioni russe, fra il canto e la danza si insegna anche il merletto a fusello.

Una delle insegnanti è Irina Vlassova, una grande appassionata del merletto!

http://groups.msn.com/_Secure/0VgDdAvUaPK0gynZHyokr*3NLTV1E1hLvfkF80c!NlDRzhKLWVEjkEZGVrH9Wviynb*!48Wu*Y6ZFcc6rPyr*e3Lo!Gvwz*noozCfVscHDe973N!i5PPbH0m1FVWucLTg/scuola-di-tombolo.jpg?dc=4675409248020930251 

Irina con le sue allieve

 

Kirishi

Kirishi è una città situata sulle rive del fiume Volkhov, fa parte della regione di Leningrado e si trova a 700 km. a Nord, di Mosca. In questa città, la lavorazione del merletto si è sviluppata verso il XVIII secolo, allora si chiamava" merletto di Zakhozh'e", dal nome di un paese che raggruppava diversi villaggi (Ikonovo, Dunyakovo, Motokhovo) dove si lavorava il merletto. Il commercio del merletto di Zakhozh'e aiutò molto le famiglie contadine che vivevano solo della vendita dei loro prodotti della terra. I manufatti venivano eseguiti con il lino, in seguito, quando il merletto venne eseguito in scala industriale, i commercianti introdussero anche la seta. Di solito, le merlettaie si radunavano la sera in gruppo, spostandosi di casa in casa e raccontandosi storie e leggende, creando le loro meravigliose opere, anche abiti e giacche. Il motivo più frequente è il fiore con un fondo di rete sbieco e spesso è decorato con dei "chicchi d'orzo", uniti tra loro. E' un merletto che si differenzia molto da quello di Volodga.

Museo di storia locale

All'interno del museo di Kirischi si puo' vedere una rassegna molto interessante del merletto a fuselli, sono circa 300 merletti realizzati in tempi recenti.

http://oblmuseums.spb.ru/eng/museums/08/guide.html

 

Murmansk

In questa città c'è una scuola nella quale, oltre alla matematica, fisica, letteratura, si impara anche l'arte del merletto a fuselli.

 

 

Torna mondo

Home page

Powys, Marian. Scrapbook of Laces, 1966,