Barbara vom Elterlein Uthmann (1514- 1575)

 

Barbara nacque nei dintorni di Annaberg in Sassonia, Germania, ai confini con la repubblica ceca. Proveniva da una famigkia agiata, il padre era funzionario del duca Giorgio di Sassonia per le miniere, e dedito all’estrazione mineraria. Si sposò all’età di 15 anni con Christoph Uthmann ed ebbe 12 figli, la sua abitazione si trovava nella piazza di Enneberg al numero 8. Rimasta vedova  all’età di 39 anni continuò l’attività mineraria del padre e iniziò la sua attività insegnando, producendo e vendendo i suoi merletti. In un periodo di crisi delle miniere di Erzebirge, il merletto venne prodotto a livello  industriale nelle case, grazie alle sue iniziative da geniale imprenditrice, occupando 900 donne e giovani. Si dice che apprese l’arte del merletto da una nativa del Brabant, una protestante fuggita alle persecuzioni dell’inquisizione spagnola. Fonti storiche testimoniano che fornì i suoi preziosi manufatti alla corte sovrana sassone di Dresda. Aveva un grande merito nel rinnovare i disegni che presto si diffusero anche nella parte ceca dei Monti Metalliferi. Barbara portò modifiche anche sugli attrezzi da lavoro, modificando la struttura dei fuselli, facendoli ricoprire da un guscio di legno che proteggeva il filo avvolto sul fusello, dallo sporco delle mani. Questo tipo di fuselli si trova ancora oggi solo in quelle zone, in nessun’altra parte del pianeta si puo’ trovare in uso.

 

 

Caratteristici fuselli che ricoprono il filo per proteggerlo dallo sporco e dall’usura durante la lavorazione

 

Ad Annaberg viene ricordata come una grande benefattrice e molte leggende ruotano attorno alla sua persona. Quando morì, venne sepolta nel cimitero di Annaberg con grandi onori.

 

http://www.fioretombolo.net/barbarauttman_file/image002.jpg

 

Statua situata al centro della Piazza ad Anneberg

 

http://www.fioretombolo.net/barbarauttman_file/image004.jpg

 

Sulla sua tomba c’è un’iscrizione : “ Qui giace Barbara Uthmann, morta il 14 gennaio 1575, a lei si deve l’invenzione del merletto, nel 1561 fu la benefattrice di Erzgebirge”( in quell’anno aprì la scuola di merletto ad Annaberg). A tale data risalgono i documenti che attestano questi fatti. 

Tomba di Barbara Uthmann

 

In un antico libro ci sono diverse contraddizioni su Barbara Uthmann, alcune date non coincidono, quindi non si sa bene se le notizie sono fondate o meno. E’ vero che la Uthmann al suo tempo era un importante personaggio, ma non ha inventato l’arte del merletto. Il dubbio l’ha manifestato Bury Palliser, studiosa del merletto, la quale scrive sui suoi libri che la Uthman è vissuta ad Harz e non in Erzgebirge. Ad Harz, il merletto era  arrivato da Erzgebirge attraverso i minatori molto tempo dopo. Quindi potrebbe aver appreso l’arte dalle persone di Erzgebirge nel lungo periodo delle miniere d’argento.

Ad Enneberg, ancora oggi, si respira aria di merletto. Tutti gli anni, a settembre, si svolge "Annaberger Kloeppeltage": sono degli incontri che ruotano attorno ad una mostra, tutta dedicata al merletto con opere originali nella foggia e nel disegno. Si possono vedere le merlettaie al lavoro e acquistare tutto il materiale necessario. Presso il Museo “Adam Ries House” ci sono testimonianze della vita di Barbara, conservate come reliquie.

 

 

 

 

 

 

Una veduta panoramica della mostra del 2017 con alcune opere esposte

 

 

 

 

Su questa grande imprenditrice d’altri tempi sono stati dedicati alcuni scritti che raccontano ancora oggi, il mito ricordato come un esempio.

 

 

Brand Lahl ha curato una scrupolosa biografia sulla Uthmann e ne ha scritto un libro uscito nel 2014.

 

 

Un libro edito nel 1987 scritto da Regina Hasted

 

 

Una  raccolta  di documenti tratti da una conferenza organizzata nel 2014 in occasione del 500° anniversario della nascita di Barbara Uthmannovè, in collaborazione con la città di Annaberg-Buchholz, A cura di Katja Margarethe Mieth.

 

 

“Donne famose della Sassonia“, tra i vari profili femminili c’è anche Barbara

 

Home page