Abito “Lille”

 

L’illustrazione ci mostra un abito stile Impero fatto interamente in merletto di Lille ( Francia). Sarebbe interessante conoscere la storia di questo grazioso abito, probabilmente fu introdotto in Inghilterra alla fine del XVIII o inizi del XIX secolo, quando fu calcolato che un tredicesimo delle merlettaie di Lille si trasferirono nelle isole britanniche.

Si pensa che qualche fanciulla presso la corte di Napoleone possa averlo indossato. Il corpetto misura cinque pollici (cm.12,7) di profondità e la lunga veste, dal corpetto al fondo misura 44 pollici (cm,111,76).Tutto l’abito è in perfetto stato di conservazione, nessun strappo, nessun filo tirato. L’apertura si trova sulla schiena ed è profonda 2,5 pollici (cm.6,25). L’abito probabilmente è stato  venduto per una bambina, oppure il mercante ha ingannato il compratore che non si è accorto della misura della vita troppo stretta.

I bordi dritti e senza movimento sono caratteristici dell’antico merletto di Lille, oggi sono visti raramente eccetto come inserti; sono rari da trovarsi perché sono stati sostituiti dal merletto di Mechlin dal disegno più fluente. La semina o spolverata di pallini rotondi (plumettis), come in questo caso, venne introdotta alla fine del XVIII secolo. Questa rete fatta a mano ha un grande valore ornamentale ed è proprio per la sua speciale trasparenza e leggerezza che le merlettaie di Lille erano molto famose. Il ”fondo semplice”, così era chiamato, veniva fatto da due fili girati quattro volte e incrociati da formare un foro a forma di esagono o rombo. Basta solo un colpo d’occhio per ritenere che questo abito è una vera reliquia.

 

 

Fondo Lille con fili girati 4 volte e fondo Lille de Puy con due volte

 

 

 

Storia del merletto di Lille

 

Si hanno cenni storici del merletto a fuselli di Lille a partire dagli inizi del XVI secolo. Gli storici raccontano che quando il duca d’Angiò fece il suo ingresso in città, era presente una corporazione di merlettaie, riconoscibili probabilmente da una divisa.

Fino al 1820 circa indossavano un costume che le rendeva riconoscibili, Victor Derode scrive "Le merlettaie adottavano un soprabito di calemande a righe, una cuffia di lino fine pieghettato con piccoli canons. Una medaglia d'argento appesa al collo da un piccolo bordo nero completava il loro costume."^

 

Campione di merletto Lille

a Sint Truiden (Belgio) veniva chiamato “Hespke” (piccolo prosciutto)

 

Un’anziana signora alla fine del XIX secolo eseguiva questo merletto alto 3,5 centimetri. Lavorava a domicilio dalle 6 alle 7 ore giornaliere percependo 1,10 franchi al metro, per il quale ci volevano tre giorni di lavoro.*

 

 

 

^ Victor Derode: Histoire de Lille, 1848

* La dentelle et la broderie sur tulle, Verhaegen Pierre, 1873

https://archive.org/details/ladentelleetlabr02verh/page/n3/mode/2up?q=dentelle+de+lille

 

 

Torna Francia

 

Mondo